MI MERAVIGLIO DELLA MERAVIGLIA DEGLI ANALISTI DELLE ELEZIONI USA, di Catello Masullo PDF Stampa E-mail

MI MERAVIGLIO DELLA MERAVIGLIA DEGLI ANALISTI DELLE ELEZIONI USA

Catello Masullo

 

Ancora una volta in occasione delle elezioni presidenziali in USA gli analisti, gli studiosi, i sondaggisti si sono clamorosamente sbagliati. Quattro anni fa davano Hillary Clinton in grande vantaggio nei pronostici, e poi ha vinto Trump. Nelle elezioni attuali, fin quasi alla apertura delle urne, Biden era dato in vantaggio abissale, e, invece, Trump e’ arrivato ad un soffio. Quasi vinceva. Oggi, 8 novembre 2020, tutti i giornali salutano Biden nuovo presidente degli USA, anticipati dai servizi segreti, che già un paio di giorni fa avevano chiuso lo spazio aereo sopra la abitazione privata da Biden, una misura riservata ai soli presidenti.

Ancora una volta mi meraviglio della meraviglia di analisti, studiosi, sondaggisti. In entrambe le tornate elettorali mi sembra ci sia stata una pesante sottovalutazione dell’elettore medio della cosiddetta “America profonda”. Antropologicamente e culturalmente distante mille miglia dal californiano, dal newyorkese, dal bostoniano. Un elettore, quello dell’America profonda, interessato, con priorità assoluta su tutto, al proprio conto in banca. Sostanzialmente democratico, ma non solidale (al diavolo la sanità per tutti della “Obama Care”!). Straconvinto del mito del “vincente” che abbandona i “perdenti” al loro destino. Ammiratori dell’uomo forte, altamente testosteronico, wasp, che vince sempre, sprezzante delle regole, antisistema e, meglio, se anche sciupafemmine. In definitiva, Trump lo ha inventato Berlusconi. Che da zero diventò, d’un sol colpo, primo partito, presidente del consiglio, padrone d’Italia. Perché, dissero all’epoca, “metà delle femmine italiane aspiravano ad essere trombate da Berlusconi, e metà dei maschi italiani ambiva di trombare come Berlusconi”!

Leggi tutto...
 
La ricostruzione,vista nel 1920 e nel 2020, di Roberto Vacca PDF Stampa E-mail

La ricostruzione,vista nel 1920 e nel 2020, di Roberto Vacca, Class 21/11/2020

 

Da noi può accadere  che posti di responsabilità nel governo siano assegnati, per ragioni così dette politiche,  a persone che   sanno bene di non avere alcuna idea di quali siano i loro compiti. E questo mentre il Paese sta incespicando sull’orlo del precipizio.  …..Può accadere che un intervento straniero mandi tutto per aria. Non dipende da  noi. Può accadere che i nostri creditori ci costringano al fallimento in base  al nostro  smisurato debito pubblico. Può accadere che gli estremisti  di destra instaurino una dittatura. Dal popolo non possiamo attenderci niente. Non abbiamo imparato niente, nemmeno dalla guerra. Non abbiamo volontà e non sappiamo giudicare.”

 

Non ci sorprenderebbe leggere il  testo che precede in un giornale italiano di oggi. Invece è tratto da un libretto di 100 anni fa: “Che cosa succederà” [Was wird werden, G. Fisher  Verlag, Berlino, 1920] di  Walther Rathenau.

Leggi tutto...
 
VI Edizione degli Stati Generali del Verde Pubblico PDF Stampa E-mail

Lunedì 23 novembre il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico ha organizzato, con partecipazione da remoto, la VI Edizione degli Stati Generali del Verde Pubblico con ben quattro sessioni che forniscono elementi di conoscenza e di discussione di varia natura.

 

Nella I e IV sessione, a partire dall'intervento del Ministro Sergio Costa, si forniranno elementi strategici per sostenere da diverse angolazioni l'importanza di essere coerenti con il   New Deal europeo e, in particolare, con il tavolo del Recovery Fund. In queste due sessioni sarà quanto mai interessante vedere come sia possibile far interagire la politica nazionale ed europea con i programmi di grandi imprese e istituti di credito legati comunque dal desiderio di realizzare gli obiettivi della sostenibilità e della green economy.

Leggi tutto...
 
ITALIA NOSTRA ROMA : NO ALLO STADIO DELLA ROMA A TOR DI VALLE PDF Stampa E-mail

ITALIA NOSTRA ROMA

COMUNICATO STAMPA

27 novembre 2020

 

ERRARE E’ UMANO, PERSEVERARE E’ FOLLE.

Stadio della Roma a Tor di Valle:

un progetto improponibile fin dalle origini da archiviare definitivamente

Leggi tutto...
 
ITALIA NOSTRA ROMA:GRANDE SODDISFAZIONE PER L’ANNULLAMENTO DI UN PTPR CHE NON TUTELAVA I BENI CULT PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

17.11.2020

GRANDE SODDISFAZIONE PER L’ANNULLAMENTO DI UN PTPR CHE NON TUTELAVA I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI

DOPO QUESTA VITTORIA IL MINISTRO FRANCESCHINI PRETENDA LA TUTELA PAESAGGISTICA DEL CENTRO STORICO DI ROMA

 

 

Italia Nostra Roma esprime profonda soddisfazione per la Sentenza della Corte Costituzionale che stamane ha annullato il Piano Territoriale Paesaggistico approvato dalla Regione Lazio ad agosto 2019 e tutti gli atti conseguenziali.

Italia Nostra Roma ha sempre contrastato, dal suo concepimento, il PTPR Lazio lacunoso, insoddisfacente e privo di quella concertazione reale e costruttiva che avrebbe permesso una forte tutela paesaggistica nel Lazio.

Leggi tutto...
 
ITALIA NOSTRA ROMA : PARCHI ARCHEOLOGICI E NATURALI DELLA PERIFERIA ORIENTALE RIMANDATI SINE DIE PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

13.11.2020

PARCHI ARCHEOLOGICI E NATURALI DELLA PERIFERIA ORIENTALE RIMANDATI SINE DIE

L’ANELLO VERDE PORTERA’ ALTRO CEMENTO NELLE PERIFERIE

 

 

La recente Delibera di Giunta Capitolina n. 143 del 17.7.2020 ha approvato le “Linee Guida per lo Schema di Assetto Generale dell’Anello Verde”, proposto dall’Assessore all’urbanistica Luca Montuori, finalizzato alla “riqualificazione sostenibile dell’anello ferroviario e del settore orientale del territorio di Roma Capitale.

 

Si tratta di un quadrante urbanistico che negli ultimi decenni è stato oggetto di numerosi progetti di riqualificazione ambientale e di valorizzazione del patrimonio culturale presente, i quali tuttavia in troppi casi non hanno visto la loro necessaria attuazione.

Leggi tutto...
 
ITALIA NOSTRA ROMA : RISERVA NATURALE REGIONALE “AQUAFREDDA” PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

Roma  7 novembre 2020

 

RISERVA NATURALE REGIONALE “AQUAFREDDA”

Presidente, Giunta, Consiglieri stralcino la scheda n.9 dal Piano di Assetto      

in coerenza con le destinazioni del piano e la sua tutela paesistica

Leggi tutto...
 
La Voce del Fiume, d’autunno, di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

                                       La Voce del Fiume, d’autunno

Intervista a Rocchina Adobbato

 

di Armando Lostaglio

 

“Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era...” E’ l’aspirazione di Josè Saramago, che ci sovviene al borgo di Brienza, a mezz’ora da Potenza: La Voce del fiume è una residenza di charme, nel cuore del borgo antico, all’ombra del castello Caracciolo. E’ dimora di suggestione e prestigio per la cittadina e per il territorio.

Ne parliamo con la responsabile del B&B, Rocchina Adobbato, riflettendo in questo difficile momento anche su un Paese, il nostro, che avverte, come mai prima, il bisogno di cambiare. E rivalutare le cose semplici come i borghi antichi, le passeggiate lente, la scoperta della prossimità e di una prossemica confortante. Tuttavia, questa nuova fase della pandemia sta mettendo a più dura prova la Basilicata; il suo settore, quello dell'accoglienza e di un turismo di "charme" come lo vive e quali rimedi pensa possano essere messi in atto?

Leggi tutto...
 
Poetare d’autunno: dai poeti del Vulture a Sinisgalli e oltre, di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

Poetare d’autunno: dai poeti del Vulture a Sinisgalli e oltre
Di Armando Lostaglio

Solo se si è (con Witman) “sensibili alle foglie” si potrà apprezzare il rosso-marrone che quasi confonde a guardarlo: è il massiccio del Vulture, specie verso l’imbrunire, in una giornata di sole spuntato tardi dopo la nebbia. Le foglie d’autunno che odorano di umido, in un luogo dell’anima che traspira di vino e di olio, dei migliori. Il rosso rubino di aglianico è quasi come le foglie dai colori cangianti che tinteggiano l’antico “avvoltoio”.
“Qui, quando è buona annata, si miete anche tra i sassi” declamava in un suo racconto lo scrittore rionerese Vincenzo Buccino. “Questa volta l’annata è buona, e che buona!? È grassa, esuberante. L’uva è mostosa, più turgida della pingue terra di San Savino. Il mosto è più viscoso dell’olio delle olive della Fiumara e delle Querce”.
 
(Lago Grande di Monticchio)
 
(Filari di Aglianico)
Molti sono i versi che esaltano questa stagione.
“Mi ricorderò di quest’autunno” è il primo verso della poesia che compare in “Vidi le muse” di Leonardo Sinisgalli; è ispirata ad un breve soggiorno che il poeta lucano fece a Montemurro, quando già da tempo si era trasferito stabilmente a Milano. “Domani si potrà seminare, diceva mio padre. / Sul palmo aperto della mano guardavo / i solchi chiari contro il fuoco, io sentivo / scoppiare il seme nel suo cuore, / io vedevo nei suoi occhi fiammeggiare / la conca spigata”.

Leggi tutto...
 
Beniamino Placido nei ricordi della Televisione culturale , di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

           Beniamino Placido nei ricordi della Televisione culturale

 

di Armando Lostaglio

 

Rionero in Vulture. Non poteva mancare un ricordo particolarissimo di Beniamino Placido da parte di un programma televisivo (Rai Educational). Capita spesso che venga citato: Beniamino Placido (Rionero in Vulture1º febbraio 1929 – Cambridge6 gennaio 2010), “maestro” della opinione colta e profondo analista anche della letteratura e del cinema, definito “il più grande critico che abbia saputo leggere la televisione e il costume fra intelligenza e saggezza”. Nel segmento dedicato dalla puntata, è stato puntualizzato anche il contributo che Placido ha offerto ad una visione del costume mediante il fenomeno televisivo, con i suoi saggi sul “perché della televisione” negli scritti sul testo di Nanni Delbecchi “La coscienza di Mike”; e quindi le polemiche di Vittorio Sgarbi (ben prima che diventasse ciò che appare oggi in tv) che gli aveva rivolto “E’ stato bello litigare con un critico come te”.

Leggi tutto...
 
Confessioni di una modella, Fare la modella contro anoressia e bulimia, di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

                                        Confessioni di una modella

Fare la modella contro anoressia e bulimia

 

di Armando Lostaglio

 

L’avevamo conosciuta a cavallo in una delle strutture lucane ben attrezzate per l’equiturismo, Valle dei Cavalli di Atella. Aveva un aspetto timido, con voce dimessa, l’accento del nord. “Si, del Veneto”, ci dirà. “L’equitazione mi ha aiutata molto - confessava – e la Basilicata offre una atmosfera davvero speciale per la quiete e per l’accoglienza”. Nel suo carnet c’è anche e soprattutto la partecipazione a sfilate e set fotografici come modella, con la produzione di calendari.

Leggi tutto...
 
Memorie d’autunno: il Vulture di Pastina e Buccino, di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

Memorie d’autunno: il Vulture di Pastina e Buccino

 

di Armando Lostaglio

 

Rionero in Vulture. Sospinti dall’odore delle cantine e dal vento che accarezza gli ulivi: lo sguardo si apre alle pendici del Vulture, il massiccio alato a nord della Basilicata. Lo sfondo seduce, è come scivolare fra valli fiorite / dove all’ulivo si abbraccia la vite, cantava con voce calda Fabrizio De André.

Riemergono quegli antichi profumi che esalano dai tini. La vendemmia si consuma come un rito antico, l’odore che risale è come incenso che perdura secolare nelle chiese. Profumi e colori che la vendemmia ripropone in un questa terra antica. Il Vulture è terra “liquida” per le sue linfe: l’aglianico e l’olio, le acque minerali. Questa terra ha le sue muse.

Leggi tutto...
 
NON FERMATE LA RIGENERAZIONE URBANA PDF Stampa E-mail

NON FERMATE LA RIGENERAZIONE URBANA

 

In/Arch, Territorio Roma, NoiProfessionisti e Ordine degli Ingegneri di Roma hanno lanciato un appello alle forze politiche affinchè intervengano urgentemente per modificare una norma sbagliata che ferma la rigenerazione urbana, nega all'Architettura contemporanea il diritto di esprimersi nelle aree consolidate della città e impedisce la riqualificazione delle aree sottoposte ad estesi vincoli paesaggistici.

Leggi tutto...
 
STAGE! e INDIES Piu' forza ad AudioCoop e a AIA e Rete dei Festival PDF Stampa E-mail

STAGE! e INDIES Piu' forza ad AudioCoop e a AIA e Rete dei Festival per i rapporti con Mibact, Siae, Nuovo Imaie, Rai e tanti altri per sostenere ora il settore: iscriviti e fai iscrivere!!!!

 

Vedi allegati...

Leggi tutto...
 
Vandalizzata la redazione mobile del Faro Online PDF Stampa E-mail

Vandalizzata la redazione mobile del Faro Online. ANSO: «Basta con le intimidazioni ai giornali»


L’Associazione Nazionale Stampa Online al fianco della testata laziale che è stata colpita la scorsa notte a Fiumicino da un atto vandalico


 


Sono giornate difficili per i giornali locali. Sono sottoposti a pesanti critiche che spesso degenerano in insulti e minacce per il lavoro di informazione svolto in questi mesi di crisi per la pandemia.
Negli anni sono aumentate le intimidazioni a giornalisti ed editori in diversi territori. L’ultima arriva dal Lazio dove opera il Faro Online. 

Leggi tutto...
 
URASHIMA e altri racconti giapponesi, recensione di Armando Lostaglio PDF Stampa E-mail

                          URASHIMA e altri racconti giapponesi

              A cura di Anna Maria Crinò (Ed. La vita felice, pagg.84)

 

di Armando Lostaglio

 

Non sempre accade di imbattersi in un libro che sembra fatto apposta per incantare bambini di ogni età: favole e racconti di una tradizione antica, che possono ammaliare chi bambino si sente nel profondo, pur vivendo al passo con il proprio tempo.                       E così, la copertina di un giallo intenso, raffigurazioni orientaleggianti e quel titolo accattivante, ci fanno danzare con la mente in un mondo lontano, nello spazio e nel tempo, in pagine scritte (a fronte) nella loro lingua madre, in hiragana.                                                           Urashima e altri racconti giapponesi ci offre l’effetto appena enunciato, grazie alla cura che ne ha fatto Anna Maria Crinò, la scrittrice e docente anglista, scomparsa pochi anni or sono.

Leggi tutto...
 
 
© 2020 Il Parere dell ingegnere

Il Parere dell'Ingegnere è una testata giornalistica registrata con Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 500 del 29/12/2006
ISSN 2281-5554