PIERO MOTTOLA PDF Stampa E-mail

Comunicato stampa

 

 

PIERO MOTTOLA

Relational Ring

Algoritmo cromatico emozionale, 2013-2017

 

Inaugura il 13 gennaio 2018, alle ore 18.30, nella sala quadrata all’ultimo piano di Palazzo Cavallerini Lazzaroni la mostra personale dell’artista e musicista Piero Mottola dal titolo Relational Ring. Algoritmo cromatico emozionale, una serie di ventuno stampe digitali (corredate di disegno del progetto) su carta litografica che riproducono l’installazione omonima esposta nel 2013 presso il MAMBA, Museo Arte Moderna di Buenos Aires (curata da Massimo Scaringella e Laura Buccellato)...

 


Relational Ring è un’opera basata su un algoritmo cromatico emozionale, generato con il Modello di relazione a 10 emozioni (2000), che si snoda nella sua interezza sulle quattro pareti della sala. Attraverso questo modello, risultato di esperimenti compiuti dal 1994 e realizzati per conoscere le potenzialità evocative dei rumori, così come quelle delle relazioni di distanza tra i dieci parametri emozionali - paura, angoscia, agitazione, collera, tristezza, stupore, eccitazione, piacere, gioia, calma - è possibile articolare una serie variabile di passeggiate emozionali che tengano presenti le relazioni tra una specifica emozione con le altre nove, a partire da una scala variabile che va dal valore minimo 1, ovvero quello di massima vicinanza cromatica emozionale, al valore massimo di 9, il massimo contrasto cromatico emozionale.

 

L’algoritmo emozionale sviluppa in tal modo ventuno settori con strutture di complessità crescente, organizzate su quattro livelli e relazionate nel tempo/spazio fino a completare perfettamente tutto il perimetro della sala. Il risultato è quello della generazione di un anello cromatico emozionale che, a prescindere da qualunque velleità narrativa o espressiva della soggettività dell’autore, si pone come stimolo per un’esperienza cromatico emotiva in progress che lo spettatore interpreterà e declinerà liberamente.

Mottola impiega un metodo sperimentale che, attraverso la costruzione di sistemi di relazione empirici complessi, mira ad ottenere un’investigazione sul piano estetico ed emotivo dei contenuti percettivi ed emozionali. Il risultato è un ambiente in cui lo spettatore è chiamato ad agire lo spazio che attraversa mettendo in azione una fitta rete di scambi tra componenti percettive ed emozionali che fanno dell’opera un campo relazionale mutevole e suscettibile di continue variazioni. Il pubblico agisce in tal modo come attivatore di senso dell’opera, costruita attraverso il coinvolgimento sperimentale nel gioco dei parametri emotivi stabiliti dall’artista.

 

Piero Mottola è artista e musicista sperimentale, docente di Sound Design e Plastica Ornamentale all’Accademia di Belle Arti di Roma. Direttore del LER, Laboratorio di Estetica del Rumore. La sua formazione avviene nell’ambito della TeoriaEventualista presso il Centro Studi Jartrakor di Roma dove nel 1988 tiene la sua prima personale con gli esperimenti “Miglioramento-Peggioramento”. Indaga la soggettività e la libera interpretazione del fruitore a strutture visive e sonore attraverso esperimenti e misurazioni. E’ stato invitato da diverse Università Internazionali a tenere conferenze e a svolgere Master sulla relazione tra rumore ed emozione.

I risultati di tali ricerche sperimentali sono stati pubblicati nel libro Passeggiate emozionali, dal rumore alla Musica Relazionale, presentato in diverse Università italiane e internazionali e nell’ambito di trasmissioni culturali della radiotelevisione nazionale italiana, Rai Uno, Rai Radio Tre e Radio Cultura Argentina. Queste ricerche sono state presentate anche in diverse istituzioni private e museali nazionali e internazionali: FIAC,

 

 

Grand Palais, Parigi (1992); Palazzo Esposizioni, Roma (1993); Artissima Lingotto Fiere, Torino (1994); Galleria Pino Casagrande, Roma (2003 e 2010); Fondazione Volume-RAM Museo Radioartemobile, Acquario Romano, Roma (2010); Spazio13, Varsavia (2010); HochschulefürMusik und Theater, Lipsia (2011, 2014); 54. Biennale Arte di Venezia (2011); XI Biennale Arte de L’Avana (2012); Galleria OltreDimore Art Basel, Basilea (2012); II Biennale Cina-Italia, Pechino (2013), Torino (2015); IV Biennale della Fine del Mondo, Valparaíso, Chile (2015); MAMBA, Museo Arte Moderno, Buenos Aires (2013); Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma (2013); MACRO, Museo d’arte contemporanea, Roma (2015, 2017); Museo Hermann Nitsch-Fondazione Morra, Napoli (2009,  2015); MAC Museo d’arte contemporanea, Santiago del Cile (2016); IV Biennale Cina-Italia, Art District 798, Pechino (2016); BeijingInstitute of GraphicCommunication (2017); Istituto di Cultura Italiano, Pechino (2017); Miami Art River, Miami (2017); Contemporary Cluster Gallery, Roma (2018); CASA MORRA, Fondazione Morra-Museo Hermann Nitsch, Napoli (2018); Certosa di S. Martino, Castel S. Elmo, Napoli (2018).

 
< Prec.   Pros. >
 
© 2018 Il Parere dell ingegnere

Il Parere dell'Ingegnere è una testata giornalistica registrata con Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 500 del 29/12/2006
ISSN 2281-5554