LETTERA APERTA AL PRESIDENTE CONTE, AI GIORNALISTI ITALIANI ED A PAPA FRANCESCO PDF Stampa E-mail

Riceviamo da una nostra lettrice, che ha preferito rimanere anonima, e pubblichiamo, la seguente :

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE CONTE, AI GIORNALISTI ITALIANI ED A PAPA FRANCESCO

Vorrei fare i miei complimenti al nuovo Presidente del Consiglio Italiano Conte, che fino a pochi giorni fa e’ stato definito dalla stampa italiana non adatto al suo ruolo, poiché solo docente universitario senza esperienza politica. E’ stato definito un burattino che ci limita ad eseguire gli ordini dei ministri Salvini e Di Maio, che sono più esperti di politica. I giornalisti si dicono preoccupati della politica di Salvini che definiscono razzista, che sta portando l’Italia al fascismo e che e’ un pericolo per la democrazia. Invece Salvini, per primo, si e’ opposto vivamente a tutti i capi di stato per imporre loro di superare l’accordo di Dublino, secondo il quale i profughi devono essere accolti dalla nazione di primo approdo. Ma questo accordo e’ stato votato dalla Lega anni fa quando non c’era questo esodo biblico che si sta verificando da diversi anni. Bisogna considerare che Salvini si e’ imposto non perché razzista, ha affermato che accetta tutti gli stranieri che vengono in Italia per lavorare e sono regolari. Ma tutte queste migliaia di persone che stanno arrivando in Italia stanno creando un vero problema per gli italiani poveri. Che non riescono ad arrivare più a fine mese. Mi domando: queste persone che arrivano come fanno a vivere senza un lavoro ed una fissa dimora? Quindi e’ giusto che siano accolti dai vari pesi europei. Cosa che non si avverava fino alle 6 di questa mattina, 29 giugno 2018. Quando e’ finito l’incontro a Bruxelles tra i capi di stato europei. Molto più esperti di politica, come la Merkel , Macron e tutti gli altri. Che da anni hanno chiuso le frontiere. E non ne volevano sapere niente di accogliere i migranti. Ed aggravare solo l’Italia di questo peso...

 Perciò faccio tanti complimenti al Presidente del consiglio italiano, che ‘e stato nominato da pochi giorni e che ha vinto su tutti i capi di stato europei che stanno da anni sulla scena politica internazionale. Ma che non hanno mai voluto prendere una decisione sulla immigrazione. Invece Conte si e’ dimostrato migliore di tutti quanti, quindi rivolgo invece un giudizio negativo a quanti lo hanno definito un cretino. Crozza ha fatto una satira definendolo un burattino al centro tra Di Maio e Salvini. E che riceve la approvazione di quanto fa dall’uno e dall’altro. Voglio inoltre inviare un appello a Papa Francesco attraverso la stampa vaticana affinché faccia costruire sulle rive africane del Mediterraneo, in un posto tranquillo, una grande tendopoli di accoglienza dei profughi, organizzata dai frati francescani, che con la loro presenza rappresentino S. Francesco d’Assisi, amico dei poveri, ed il Santo Padre Papa Francesco. Che e’ il primo Papa della storia ad aver preso il nome di Francesco, per seguire le orme e l’insegnamento di S. Francesco. Colgo l’occasione per fare i complimenti per il suo pontificato, per la sua semplicità e per la solidarietà che da ai poveri, aiutandoli e confortandoli. Confido in questo mio appello. Saluti da una lettrice de Il Parere dell’Ingegnere.

 
< Prec.   Pros. >
 
© 2018 Il Parere dell ingegnere

Il Parere dell'Ingegnere è una testata giornalistica registrata con Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 500 del 29/12/2006
ISSN 2281-5554