OSSERVATORIO REGIONALE TRASPORTI : TRATTA PORTA MAGGIORE TERMINI PDF Stampa E-mail
OSSERVATORIO REGIONALE TRASPORTI : TRATTA PORTA MAGGIORE TERMINI
La Commissaria Conti, nell’incontro che abbiamo avuto la scorsa settimana alla presenza di persone sia di Roma Servizi per la Mobilità sia di Roma Metropolitane, ci ha infatti confermato che per quanto riguarda la Giardinetti il progetto attualmente sul tavolo prevede il binario unico in tutta la tratta fra Porta Maggiore e Roma Termini e che solo a valle delle indagini archeologiche da svolgere dopo la preparazione del progetto definitivo si potrà verificare la possibilità di ridurre tale limitazione ad una parte del tracciato, secondo altre ipotesi probabilmente già studiate.
Come vi abbiamo già espresso, riteniamo che qualora dovesse essere confermata l’ipotesi attuale, questa provocherà un netto peggioramento del servizio rispetto all’attuale: il binario unico su un’estesa di circa 1400 m, sulla quale sarà necessario prevedere almeno due fermate intermedie, quand’anche in queste possa essere ammesso l’incrocio, non può che imporre frequenze non paragonabili a quelle dell’attuale trenino.
Riteniamo in ogni caso necessario che RSM già da ora, prima di proseguire l’interlocuzione con la Soprintendenza, compia approfondite simulazioni degli scenari possibili, per verificare quali di essi siano accettabili a livello trasportistico per una linea così importante, in maniera da escludere dal campo le ipotesi che non lo fossero e trarre le necessarie conseguenze qualora non ne rimanesse alcuna in campo a valle delle prescrizioni della Soprintendenza stessa.

La Commissaria, se abbiamo bene interpretato, concorda inoltre con noi sul fatto che la riapertura in medias res della tratta Centocelle – Giardinetti non avrebbe impatti negativi sulla realizzazione del progetto di trasformazione, al quale noi attribuiamo anzi funzioni ad essa propedeutiche, e che si tratti di una questione di opportunità. Opportunità che noi continuiamo a ritenere di tutta evidenza, nonostante la possibile risoluzione delle prescrizioni relative alla parte esterna della linea, anche in virtù di quanto qui rappresentato.
Allo scopo di collaborare ad un miglior servizio ai cittadini, di evitare uno sperpero di denaro pubblico, obiettivi che richiedono un sempre più stretto coordinamento, nell’inviare i nostri migliori saluti, Vi chiediamo di aprire insieme e con noi un tavolo in cui sia possibile anche visionare e discutere i dettagli del progetto e le possibili soluzioni alle osservazioni della Soprintendenza.
12/07/2022
 
< Prec.
 
© 2022 Il Parere dell ingegnere

Il Parere dell'Ingegnere è una testata giornalistica registrata con Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 500 del 29/12/2006
ISSN 2281-5554