Inarsind contro il Doppio lavoro dei Docenti universitari

INARSIND

ASSOCIAZIONE DI INTESA SINDACALE

DEGLI ARCHITETTI E INGEGNERI

LIBERI PROFESSIONISTI ITALIANI

Roma, 10 maggio 2018

Prot. n. 4047

Lettera inviata per e-mail

Al Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori,

Paesaggisti e Conservatori

Via di Santa Maria dell'Anima, 10 – 00186 ROMA

Al Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Via XX Settembre, 5 – 00187 ROMA

Agli Ordini Provinciali d’Italia degli Architetti,

Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Loro Indirizzi

Agli Ordini Provinciali d’Italia degli Ingegneri

Loro Indirizzi

OGGETTO: Doppio lavoro dei Docenti universitari

Le notizie evidenziate dalla cronaca dei giorni scorsi aprono uno

scenario inquietante per il lavoro e l’etica della nostra professione ed allo stesso

tempo impongono riflessioni profonde ed azioni immediate.

Fermo restando il rispetto e la libertà di esercitare la professione

sotto ogni forma contrattuale possibile e nelle maniere consentite, resta però

indiscutibile il rispetto dei principi di sana concorrenza, di lealtà e di rispetto

dei principi etici nei confronti delle istituzioni, dei cittadini ed in questo caso

anche dei professionisti italiani.

È per questo motivo che riteniamo si debba prendere una posizione netta e

decisa di distacco e di condanna nei confronti delle situazioni che stanno emergendo

a proposito del doppio lavoro di alcuni Colleghi ingegneri ed architetti che lavorano

con contratto stabile presso tante università italiane.

Il loro rapporto di esclusività con la Pubblica Amministrazione impone

regole e principi, il mondo del lavoro e delle professioni impone rispetto ed etica.

Invitiamo il CNAPPC, il CNI e tutti gli Ordini provinciali italiani degli

Ingegneri e degli Architetti a voler assumere una posizione in questa vicenda che sta

assumendo i contorni di una dequalificazione e condanna per l’intera categoria. Oltre

questo ovviamente si configurano atteggiamenti più gravi di concorrenza sleale e di

violazione di norme fondamentali per ogni categoria lavorativa.

Certi di una vostra collaborazione INARSIND seguirà la vicenda con

estrema attenzione con l’obiettivo di affiancare e sostenere gli organi inquirenti,

in ogni sede, affinché su questa vicenda venga fatta luce e chiarezza nell’interesse

e per la dignità di ogni architetto ed ingegnere italiano, anche a garanzia del

cittadino.

Distinti saluti

IL SEGRETARIO NAZIONALE

(Dott. Ing. Ivan Locatelli)

IL PRESIDENTE

(Dott. Ing. Michela Diracca)