TULIPANI DI SETA NERA, IL CINEMA CHE VALORIZZA LA DIVERSIT└
TULIPANI DI SETA NERA, IL CINEMA CHE VALORIZZA LA DIVERSITÀ. GRANDE
SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA XII EDIZIONE AL TEATRO BRANCACCIO

Dopo due giorni di proiezioni e dibattiti al Multisala Barberini si è
conclusa ieri la dodicesima edizione del Festival Internazionale del Film
Corto Tulipani di Seta Nera con un sold out al Teatro Brancaccio di Roma.
La serata di gala è stata condotta da Cataldo Calabretta e Metis Di Meo,
con Lorella Cuccarini a ricoprire il ruolo di madrina del Festival premiata
da vice direttore del TG1 Angelo Polimeno Bottai, e ha visto alterarsi sul
palco importanti ospiti del cinema italiano, premiati per loro capacità di
farsi portatori di valori sociali attraverso le loro interpretazioni e per
il loro impegno sociale. Tra loro, Elena Sofia Ricci premiata dal Direttore
del Marketing RAI Roberto Nepote e Alessio Boni premiato da Irene Ferri,
che hanno ricevuto il Premio Sorriso Diverso, l’oscar del cinema sociale.
Due intensi momenti musicali hanno scandito l’evento: Enrico Nigiotti, in
gara nell’ultima edizione del Festival di Sanremo, è stato premiato per il
brano Nonno Hollywood da Elda Alvigini. I Musicanti hanno cantato un medley
di brani di Pino Daniele premiati dal maestro Vince Tempera. Spazio alla
comicità con Gigi e Ross, arrivati per l’occasione da Napoli premiati da
Claudio Tortora, ed esilarante pezzo di comicità di Pino Insegno premiato
da Lidia Vitale. L’attore, conduttore e doppiatore romano ha fatto ridere
tutta la platea mettendo a disposizione del Festival la sua magnifica
verve. Protagonista indiscusso della serata è stato però il cinema, inteso
come strumento per abbattere ogni diversità, grazie ai registi finalisti,
in concorso con i loro cortometraggi alla rassegna nelle due giornate al
Barberini. Il premio assegnato dalla Giuria di VariEtà,
composta da persone provenienti dal mondo del cinema e dello spettacolo, da
rappresentati con spiccato interesse verso l’universo del sociale e del
terzo settore e presieduta da Janet De Nardis, è andato a...
 "La goccia e il
mare” di Daniele Falleri.
Ad aggiudicarsi il Premio Rai Cinema Channel è stato il corto "Addio
Clochard” di Michele Li Volsi e Marcello Randazzo, che ha sbragliato la
concorrenza in termini di visualizzazioni sul sito Internet
www.tulipanidisetanera.rai.it. “Che fine ha fatto l’inciviltà” di Delio
Colangelo è il corto che si è aggiudicato il Premio Sorriso Nascente OPERA
PRIMA. La serata si è conclusa con la consegna del Premio per il Miglior
Cortometraggio della dodicesima edizione del Festival. Ad ottenere il
meritato riconoscimento è stato “Due Volte” di Domenico Onorato. Il regista
è stato premiato dalla Presidente di Giuria Caterina D'Amico raggiunta per
l'occasione sul palco da Paola Tassone e Diego Righini, rispettivamente
Direttore Artistico e Presidente del Festival. Entrambi, salutando tutti
gli ospiti intervenuti, hanno dato appuntamento al pubblico alla
tredicesima edizione del Festival.