ERAGON PDF Stampa E-mail

       SCHEDA VALUTAZIONE FILM      

a cura di: Catello MASULLO 

TITOLO : ERAGON

REGIA :  STEFEN FANGMEIER

INTERPRETI PRINCIPALI : ED SPELEERS, SIENNA GUILLORY, JEREMY IRONS, JOHN MALKOVICH, ROBERT CARLYLE, DJIMON HOUNSOU

ORIGINE : USA

DISTRIBUZIONE : 20TH CENTURY FOX ITALIA

DURATA: 108’

SOGGETTO : FANTASY             

Un giovane contadino (Speleers), durante una battuta di caccia, trova uno strano sasso. Scopre che in effetti è un uovo di drago e che lui è il prescelto per diventare, dopo molto tempo dalla loro scomparsa, un nuovo cavaliere dei draghi e per  dare nuova speranza alle popolazioni ribelli guidate da un leader di colore (Hounsou), per ribellarsi al re tiranno (Malkovich). Salvata la principessa (Guillory) che gli aveva fatto trovare l’uovo, grazie all’aiuto di un vecchio cavaliere (Irons), dovrà affrontare numerosi agguati lungo il percorso , orditi da un perfido e potente mago (Carlyle) al servizio del tiranno, fino allo scontro finale….

Tratto dal romanzo omonimo di Christopher Paolini, un ragazzo mai andato a scuola e istruito solo dai genitori, scritto all’età di soli 15 anni (oggi ne ha 23). Nonostante la produzione sia poderosa, con l’impiego di eccellenti effetti speciali, panorami splendidi, confezione lussuosa, il coinvolgimento di grandi attori, il film non funziona. Non è mai credibile, anche all’interno della indubbia cornice fantasy. Non riesce ad appassionare. Non propone nulla di originale e appare anzi come un plagio continuo (di serie B) di film del genere, specie de “Il Signore degli anelli”.  I due giovani protagonisti, dai capelli biondi sempre vaporosi, sembrano usciti dai fotoromanzi dalle edizioni “Lancio” oppure da uno spot per shampoo. E, soprattutto, Stefen Fangmeier non è Peter Jackson e Christopher Paolini non è, nemmeno alla lontanissima, paragonabile al grande Tolkien. Anche se, hainoi, viene annunciata una trilogia!

 

 FRASI DAL CINEMA : “Gli uomini hanno sotto il naso ciò che desiderano, ma non sanno resistere al fascino dell’ignoto!”. ( Lo zio Alun Armstrong al nipote Ed Speleers).

VALUTAZIONE SINTETICA: Una stella e tre quarti.  

 

VALUTAZIONE:                                         

 

DA NON PERDERE  ****                                                                   

INTERESSANTE  ***                                                                   

DISCRETO **                  x                                                           

DA EVITARE  *                 x  

 

DATA:03/01/2007

 

                                                                       CATELLO MASULLO                                                      

 


  Commenta per primo questa recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.

Autenticati o registrati.

 
< Prec.   Pros. >
 
© 2021 Il Parere dell ingegnere

Il Parere dell'Ingegnere è una testata giornalistica registrata con Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 500 del 29/12/2006
ISSN 2281-5554